comunicato stampa su manovra economica Posted settembre 2, 2011 by nslgl.admin

0

 “La manovra economica colpisce le fasce deboli della città con la soppressione di quasi tutti i servizi sociali e di welfare e precarizza ulteriormente il lavoro nel  sociale”

Non sappiamo quale sarà la manovra economica sui conti pubblici che verrà approvata dalle Camere: è già cambiata molte volte e crediamo cambierà ancora. Quello che immaginiamo è che essa, in ogni caso, si abbatterà in modo violento e forse definitivo sulla spesa sociale, già falcidiata da tagli ripetuti nel tempo, da procedure burocratiche insostenibili che rendono fragile e incerta la vita delle organizzazioni del sociale.

 Le iniziative che si profilano  rendono precari e faticosi i servizi a migliaia di cittadini che hanno sempre trovato nei corpi sociali le vere istituzioni di prossimità.

Roma 2 settembre.2011     

 “La manovra economica colpisce le fasce deboli della città con la soppressione di quasi tutti i servizi sociali e di welfare e precarizza ulteriormente il lavoro nel  sociale”

Non sappiamo quale sarà la manovra economica sui conti pubblici che verrà approvata dalle Camere: è già cambiata molte volte e crediamo cambierà ancora. Quello che immaginiamo è che essa, in ogni caso, si abbatterà in modo violento e forse definitivo sulla spesa sociale, già falcidiata da tagli ripetuti nel tempo, da procedure burocratiche insostenibili che rendono fragile e incerta la vita delle organizzazioni del sociale. Le iniziative che si profilano  rendono precari e faticosi i servizi a migliaia di cittadini che hanno sempre trovato nei corpi sociali le vere istituzioni di prossimità.

Ma la manovra darà un colpo violentissimo anche alle migliaia di operatori sociali che pur essendo nell’ animo e nella prassi dei volontari, sono però anch’ essi dei lavoratori con il diritto di avere certezze sul loro lavoro e sul loro avvenire.

Noi esprimiamo gratitudine allo sforzo generale che in questi giorni il Comune di Roma, la Provincia, la Regione e i Municipi stanno facendo per contrastare tagli che, se attuati, avrebbero un impatto devastante su un settore che, oltre al resto, rappresenta un elemento di coesione sociale fondamentale per tutta la città.

“ L’ allarme che vogliamo lanciare – dice Fabrizio Molina, Presidente di Nessun Luogo è Lontano – riguarda in pari misura il pericolo di non poter più garantire le migliaia di anziani, minori, immigrati, portatori di handicap e tutte le categorie più esposte ai rigori della crisi, i servizi che garantiscono loro dei precisi diritti e, per altro verso, i lavoratori del sociale, per lo più giovani altamente scolarizzati e professionalizzati che rischiano di pagare prezzi altissimi alla crisi e alla incapacità del Governo di dare risposte che vadano oltre i tagli lineari e l’ accanimento antisociale”.

Lunedì prossimo ci sarà una mobilitazione antimanovra che riguarderà gli amministratori aldilà delle loro appartenenze politiche; noi crediamo che anche il Terzo Settore debba esserci, cercando di mobilitare tutte le forze possibili per contrastare iniziative recessive e sbagliate.

                                                                                                        NESSUN LUOGO E’ LONTANO

Roma 2 settembre 2011     

Leave a Comment