Raccolta fondi NELL

Informazioni personali

Dettagli di fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

Milano, mediatore culturale sotto accusa- Comunicato Stampa – 22 aprile 2008

by Redazione

 

Comunicato Stampa – 22 aprile 2008

Alla luce dei fatti riportati nell’articolo apparso su La Repubblica di domenica 20 aprile 2008 e dichiarati da Chiara Conti, Preside della Scuola Elementare di Milano, nel corso di un colloquio telefonico, l’associazione Nessun luogo è lontano e il Comitato Nazionale Voto e Democrazia manifestano tutto il loro appoggio al mediatore culturale Bendaoud Moucehn e alla Dirigente Scolastica, per riaffermare con forza l’importanza della salvaguardia dei valori di laicità e legalità, principi basilari della Costituzione.

L’accusa che un gruppo di genitori egiziani, marocchini e algerini muove al mediatore culturale è quella di mettere i valori della Costituzione italiana davanti ai dettami del Corano, attraverso un insegnamento – a detta delle famiglie – “troppo laico”.

Il punto dal quale partire è la Carta Costituzionale, il “patto” fondativo di qualunque comunità politica: occorre diffonderne la lettura, la conoscenza, l’analisi a partire dai giovani e dunque dalle scuole.

Intanto, oggi è arrivata la lettera in cui i genitori degli alunni chiedono l’allontanamento del mediatore, spiegando le loro motivazioni. La Preside l’ha immediatamente inviata all’Ufficio Scolastico provinciale, relazionando sulle riunioni tra le famiglie e l’Istituto scolastico sulla vicenda.

Noi da parte nostra, come associazione nazionale di settore, qualunque decisione dovesse essere presa in merito, offriamo la massima disponibilità ad un incontro con i genitori degli alunni per ribadire l’importanza della laicità nella Costituzione italiana e per trovare un punto d’incontro in questa delicata vicenda.
Inoltre, data la nostra decennale esperienza in merito, garantiamo a livello politico un pieno appoggio a Bendaoud Moucehn e alla scuola di Via dei Narcisi anche in termini di assistenza legale, in qualunque modo venissero messi in discussione i diritti fondamentali del lavoratore Bendaoud Moucehn.

Nessun luogo è lontano    Comitato Nazionale Voto e Democrazia

Scarica il comunicato


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca

Archivi