Raccolta fondi NELL

Informazioni personali

Dettagli di fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

A spasso per Roma!

“Tu non vedrai cosa al mondo maggior di Roma“. Così affermava il poeta Quinto Orazio Flacco, nel suo Carmen Saeculare. Ed è lapalissiano affermare quanto, a distanza di secoli, queste parole siano più attuali che mai! Il racconto di una splendida giornata

Di Francesco Campana, educatore e pedagogista di “Nessun luogo è lontano”

Una scoperta invece per alcuni dei nostri ragazzi, una conferma per noi “grandi”, che abbiamo avuto il piacere di ritrovarci di fronte ad alcuni dei monumenti più belli e più celebri della nostra città.
Tutto ciò è avvenuto nella giornata di sabato 21 maggio 2022, quando abbiamo offerto ai nostri ragazzi dai 10 ai 14 anni frequentanti il Centro Semina, la possibilità di fare una “passeggiata” (ma che, in realtà, è divenuto un vero e proprio evento culturale) per il centro storico, facendo tappa in alcuni monumenti della Città Eterna.

Tutto in regola, si parte!

Questa splendida ed entusiasmante giornata è iniziata alle ore 10:00, quando ci siamo dati appuntamento davanti al nostro Centro Semina, punto di riferimento del quartiere di Torpignattara, dove si sta tuttora svolgendo la seconda annualità del progetto Seminare il futuro…. Un viaggio che continua, progetto finanziato dalla Regione Lazio (Bando Comunità Solidali 2020 DE n. G14743 del 07/12/2020).
Appello, conta dei partecipanti (una ventina tra operatori, ragazzi e mamme accompagnatrici), adempimenti beghe burocratiche (consegna dei moduli di adesione con firma dei genitori), distribuzione dei biglietti per usufruire dei mezzi pubblici, e pronti per partire, direzione Colosseo.
Il viaggio di andata è stato sicuramente più faticoso del previsto, corredato da un insolito caldo per il mese di maggio, con l’utilizzo di ben tre mezzi pubblici (autobus linea 409, linea B della metropolitana e un autobus navetta da Castro Pretorio), ma quando ci siamo trovati davanti al celebre Anfiteatro Flavio, e dopo esserci dissetati per qualche minuto, ogni fatica è stata spazzata via dalla vista di questo splendido, imponente monumento. I ragazzi erano molto contenti ed incuriositi, ed hanno seguito con grande attenzione la spiegazione di noi operatori sul Colosseo e sugli altri monumenti che abbiamo visitato in zona.

Turisti tra i turisti…da cittadini romani rispettosi!

Da lì ci siamo diretti sotto l’Arco di Costantino, per poi incamminarci, sotto un sole sempre più forte, accompagnati dai passi di molti turisti, verso i Fori Imperiali, con un vastissimo panorama di storia e bellezza da ammirare senza neanche il tempo di sbattere gli occhi!
Nel tragitto vi è stato anche un simpatico incontro con un artista di strada, intento a realizzare capolavori artistici con lo spray, raffiguranti monumenti, paesaggi e figure fantasiose. Intanto si erano fatte le 13:00, ed abbiamo fatto una sosta per la pausa pranzo, nel piccolo parco nei pressi della Fontana della pigna (presa letteralmente d’assalto da tutti noi), proprio di fronte al Vittoriano (che, tra l’altro, è stato il monumento più apprezzato dai ragazzi in un sondaggio che abbiamo fatto alla fine della giornata). Invidiabile per tanti il comportamento dei nostri “piccoli uomini”: puliti, ordinati, composti nel mangiare, a testimoniare una cornice di impegno nell’esercizio di una Cittadinanza attiva che permea il nostro fare educativo.

Con la memoria che incontra l’arte

Finito di pranzare, ci siamo diretti verso l’Altare della Patria, con le sue lunghe scalinate, sia esterne che interne, ma con vari panorami mozzafiato, a seconda dei punti di ritrovo, per poi ritrovarci di fronte ad un’altra scalinata, quella del Campidoglio, con tutta la bellezza dell’omonima piazza.
Tra sali e scendi, camminate e pause (rigorosamente all’ombra!), l’ultima tappa di un percorso tra cultura e storia ha riguardato il bello ma ancora per certi versi tragico Ghetto ebraico, con il Portico di Ottavia e tutto il dolore e la paura che ancora oggi si respirano andando lì, per assicurarci assieme ai nostri ragazzi che nessuna memoria andrà perduta e ogni nuova generazione terrà memento di cosa è stato e non deve ripetersi.

E per i ragazzi resta molto di più

In chiusura della nostra bella gita, un gelato offerto da noi operatori ai ragazzi, per una conclusione in dolcezza (e rinfresco) della giornata. Stanchi, ma felici, siamo tornati al Centro Semina alle ore 19:00 circa.
É stato molto importante aver dato ai nostri ragazzi la possibilità di partecipare a questa uscita. Per alcuni di loro, che difficilmente escono dagli invisibili confini del quartiere di Torpignattara, è stato un importante momento di conoscenza e scoperta delle bellezze della nostra città. Tante sono state le domande da parte loro, sui monumenti, sulla città, sulle strade che abbiamo attraversato. È stata sicuramente anche una bella occasione per fare gruppo, di creare legami più stretti tra i ragazzi, ma anche tra loro e noi operatori, trascendendo dalla solita routine del servizio, dal doposcuola al laboratorio teatrale, per provare qualcosa di realmente nuovo ed unico.

Quanto è importante, quindi, fare queste uscite didattiche e culturali? L’entusiasmo e la gioia che si leggeva nei loro volti è stata la risposta migliore!

I giovani turisti in sosta ….

About the Author


Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cerca

Archivi