Raccolta fondi NELL

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

Da “(S)Cambio(il)mondo” a “Seminare il futuro”:

La testimonianza di un educatore

di Francesco Campana

L’avventura nel progetto (S)Cambio(il)Mondo, dell’Associazione Nessun luogo è lontano, finanziato dall’ASP Asilo Savoia (nell’ambito dei finanziamenti del Pacchetto Famiglia della Regione Lazio), è stata per me importante e gratificante. Iniziò tutto quasi per caso, grazie al tirocinio di pedagogia familiare, quando tra le tante proposte mi sembrò quella più entusiasmante, durante il mio ultimo anno da studente all’Università Pontificia Salesiana. Ed avevo avuto ragione!
Pian piano sono entrato in un mondo bello, puro ed innovativo per me. Le aule colorate della scuola dell’infanzia, i bambini con le loro faccette felici e curiose, i “silent book”, il ritrovarsi insieme alle famiglie dei bambini nel laboratorio di “lettura condivisa” (con tante scene di tenerezza, nel momento in cui mamme e papà leggevano i nostri libri con i loro piccoli); l’importante compagnia e professionalità delle colleghe di allora, Federica e Priscilla, con la supervisione di Bianca; l’entusiasmo e la complicità delle maestre delle scuole coinvolte… tutto questo ha fatto sì che, nel corso dei mesi che passavano, cominciassi a ritenere questo lavoro come “quello dei miei sogni”. Attività belle ed originali, dove l’argomento “emozioni” è stato il nodo fondamentale, in particolare le quattro emozioni base, ossia gioia, paura, rabbia e tristezza. E queste attività hanno favorito anche in me un incremento dell’intelligenza emotiva, dell’empatia e del controllo delle mie emozioni. Ai bambini, protagonisti di questo progetto, credo abbia innanzitutto divertito moltissimo fare queste attività, sia di lettura che di disegno, insieme a noi  (ricordo con piacere e tenerezza la frase di una bimba del Plesso Romero dell’I.C. Emma Castelnuovo, quando mi disse “tu sei bravissimo perché ci fai fare delle cose bellissime”), ma il progetto ha permesso loro anche di scoprire ed esplorare l’argomento delle emozioni, che ritengo rivesta un ruolo centrale nella personalità di ognuno di noi e per questo penso risulti fondamentale esserne consapevoli.
Alle famiglie ha sicuramente fornito una chiara consapevolezza di quanto sia importante vivere il momento della lettura con i propri figli: ed anche l’entusiasmo di mamme, papà e addirittura nonni è stato per noi segno di grande soddisfazione. Poi, purtroppo, è arrivata questa pandemia mondiale, che ci ha costretto ad interrompere questa bellissima storia. Ma un progetto così avvincente non può esser messo da parte, e la speranza è che lo si possa riprendere dal prossimo anno scolastico. In queste ultime settimane sta invece vedendo la luce un nuovo progetto proposto dall’Associazione Nessun luogo è lontano, aggiudicataria del Bando della Regione Lazio Comunità Solidali 2019: “Seminare il futuro”, che affiancherà i volontari del Centro Semina nelle azioni di supporto scolastico e, tra le altre cose, porterà una ventata di attività, divertimento, musica e tanto altro ai bambini del territorio di Tor Pignattara.

Nutro grandi speranze in questo nuovo progetto, come una rinascita dopo questi mesi difficili, e intravedo la possibilità di dare una continuità al mio agire su (S)Cambio(il)Mondo: so già che anche qui la componente educativa, il divertimento e la bellezza della diversità (sia emotiva che etnica) saranno le fondamenta sulle quali si reggerà il tutto. Sarà un piacere, per me, far parte di questo nuovo progetto, e provo un grande senso di responsabilità nel ri-esserci per e coi bambini. E la speranza più grande è sempre che i nostri utenti siano soddisfatti e compiaciuti di queste nostre attività, e che possano fornir loro (così come anche a noi operatori) una spinta per migliorarsi sempre di più.

Francesco Campana

Educatore dell’Associazione Nessun luogo è lontano


About the Author


Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi