Raccolta fondi NELL

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

Etiopia: portare aiuto in una terra colpita da una guerra quasi taciuta

a cura dell’ Associazione Save a life4life ETS

L’Etiopia è il luogo dove abbiamo un po’ le nostre radici, è lì che operiamo da 20 anni per prevenire e curare le malattie cardiache reumatiche e congenite, principalmente nella regione del Tigray. Nel corso delle nostre missioni abbiamo realizzato un percorso di assistenza e cura per le fasce più povere della popolazione. Il nostro staff medico visita in media 50 pazienti al giorno negli ambulatori degli ospedali del Tigray e organizza giornate di prevenzione nelle scuole.
Tutti i cardiopatici che visitiamo sono sottoposti ad un accurato screening cardiologico che per alcuni richiede un intervento chirurgico per poter sopravvivere. Allora ci occupiamo di organizzare il viaggio al Salam Centre di Emergency a Khartoum in Sudan dove esiste l’unica struttura gratuita in Africa specializzata in cardiochirurgia d’urgenza. E al loro ritorno continuiamo a seguirli, perché è fondamentale non abbandonarli e garantire loro i controlli e i farmaci salvavita.

Abbiamo anche un centro di accoglienza diurno “Day After Day” a Quihà vicino Mekelle, la capitale del Tigray, dove ospitiamo 25 bambini poveri, a partire dai 4 anni, che ci vengono segnalati dall’Ufficio locale del Social Affairs. Aiutiamo così le famiglie che non hanno i mezzi necessari per dare loro da mangiare, famiglie spesso formate da un solo genitore, quasi sempre la madre o la nonna, e che faticano a trovare un lavoro per andare avanti.

Purtroppo, dall’inizio del 2020 con il diffondersi della pandemia da Covid-19 ci siamo dovuti fermare.
Stop alle missioni, stop alle visite e agli screening cardiologici. Il centro “Day After Day” ha continuato a lavorare e a garantire tutti i servizi e i pasti per i bambini grazie ai nostri coordinatori e operatori che vivono lì e che non hanno interrotto l’attività di controllo sanitario e distribuzione dei farmaci ai cardiopatici.

Ma da novembre 2020 la situazione è peggiorata drasticamente, da quando è scoppiata la guerra tra il governo federale dell’Etiopia e il partito che governa la regione del Tigray, regione che è stata praticamente isolata. Le notizie su cosa stava realmente accadendo sono arrivate tardi e solo da agenzie e organizzazioni umanitarie che hanno raccolto testimonianze di saccheggi, violenze indiscriminate e uccisioni di civili inermi soprattutto nelle zone rurali del Tigray, creando una massa di migliaia di rifugiati in fuga soprattutto verso il Sudan. Il resto della popolazione vive nella paura, anche di uscire di casa, spesso dovendo fare i conti con la mancanza di acqua, di cibo e di elettricità.
Questo è ancora adesso lo scenario attuale.

La nostra associazione “Save a life4life – Salva una vita” è una piccola associazione, non abbiamo grandi mezzi poiché le nostre risorse arrivano per la maggior parte da tante piccole singole donazioni di persone generose. Eppure, nel nostro piccolo stiamo cercando di fare tutto il possibile per garantire i generi alimentari di prima necessità alle famiglie dei nostri ragazzi del centro “Day After Day”, latte iperproteico per i più piccoli, farina e pasta, ma anche vestiti e scarpe, e le medicine ai cardiopatici che abbiamo in cura.
È molto complicato organizzare dall’Italia la spedizione e far arrivare le medicine e i viveri. Ma tutto quello che viene spedito riusciamo a controllarlo e monitorarlo grazie ad una piccola rete di contatti locali perché arrivi a destinazione, nonostante i controlli da parte dei militari e li rischio concreto di furti e appropriazioni.
Abbiamo già organizzato un primo invio ma altri aiuti sono necessari e subito perché non abbiamo idea di quando si possa tornare ad una parvenza di normalità.


Se quello che hai letto non ti ha lasciato indifferente dacci un aiuto, anche piccolo. Serve per dare una risposta immediata proprio adesso che ce n’è più bisogno, a questa guerra dimenticata che sta affamando persone che non hanno nessuna colpa e rischia di far morire i nostri pazienti.
Per aiutarci puoi fare una donazione, organizzare una raccolta fondi su Facebook per Savealife4life – Salva una vita o devolvere il 5×1000.

Grazie di cuore!

Associazione Save a life4life

https://www.savealifeforlife.org/

https://www.facebook.com/savealife4life


About the Author


nslgl.admin


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Archivi