Raccolta fondi NELL

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

In ginocchio da te

Il calcio si ribella al razzismo inginocchiandosi simbolicamente. Una bella iniziativa in cui tutti i calciatori, prima della partita, si inginocchiano pochi secondi, come a scusarsi con chi subisce atti di razzismo. Anche se ovviamente non sono loro a compierli. I calciatori del campionato europeo in corso, lo stanno facendo e io credo sia importante. E se anche non cambierà la realtà, meglio un gesto inutilmente simbolico che un gesto di razzismo concreto. Se fossi con loro mi inginocchierei anch’io. Anzi, ora che ci penso, la prossima partita lo farò a casa mia. Potremmo farlo tutti, che dite? Detto ciò, ieri sera, durante la partita Italia-Galles, i gallesi si sono inginocchiati tutti. Gli italiani non più di sette o otto. Gli altri in piedi. Qualunque sia stato il motivo, chi non si è inginocchiato ha sbagliato. Più che sbagliato, ha impersonato un temporale di cretinismo. Liberi loro di non inchinarsi, libero io di definirli cretini. Detto ciò, trovo intollerabile che i due commentatori RAI, Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, abbiano voluto minuziosamente fare i nomi di chi era rimasto in piedi. Non mi piacciono queste cose, cavalcano buoni sentimenti per avere successo a prezzi scontati. Se uno non commette reati ha diritto di essere stupido, senza essere esposto agli insulti della rete che poi gli saranno vomitati addosso da gente che di solito è razzista con gli antirazzisti e viceversa. Se ci piace ancora la libertà dobbiamo garantirla a tutti, anche ai cretini. Anche se non sanno usarla, anche se è un regalo immeritato.

Fabrizio Molina

pexels-life-Foto di Life Matters da Pexels


About the Author


Redazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca

Archivi