Raccolta fondi NELL

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Per effettuare una donazione tramite bonifico bancario, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Eseguire un bonifico bancario a favore di "Associazione Nessun luogo è lontano"
  • IBAN: IT65P0832703243000000003948
  • c/c in essere presso Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121
  • Come causale, indicare "Donazione per "Banca di Credito Cooperativo di Roma - Ag. 121"
  • Inviare copia del bonifico effettuiato a: [email protected]

Vi informiamo che  da gennaio 2020 è cambiato il bonus fiscale in favore delle associazioni del terzo settore.

Per maggiori informazioni:

https://quifinanza.it/fisco-tasse/maxi-bonus-fiscale-cosa-prevede-riforma-terzo-settore/348450/ GRAZIE!

Totale Donazione: €100,00

Tag: lavoro

Immigrazione: riscrivere il contratto sociale anche dentro il sindacato

by Redazione

Di Giuseppe Casucci, Coordinamento Nazionale UIL Immigrati
Un decimo degli iscritti alla UIL, cioè oltre 200 mila affiliati, è oggi costituito da lavoratrici e lavoratori non nati in Italia. Lo stesso fenomeno è in atto nelle altre confederazioni dove la presenza degli stranieri è cresciuta in parallelo con l’andamento demografico generale…



Altro che costo! Quando i numeri smentiscono le scorrette opinioni di molti…

by Redazione

Gli immigrati? Sono troppi e rappresentano un costo per il paese: è questa la percezione che i cittadini italiani hanno degli stranieri regolarmente residenti in Italia, secondo il sondaggio di Nando Paglioncelli pubblicato il sul Corriere della Sera. Un articolo sul sito Cronache di ordinario Razzismo, molto istruttivo sul potere dei media di favorire una percezione distorta della realtà. A dispetto dei numeri, che si possono trovare facilmente e che aprono la mente…



“Quelli che…ci rubano il lavoro”: in realtà sfruttati e sottopagati. I rimproveri dell’Ocse all’Italia

by Redazione

Nel rapporto pubblicato il 7 luglio sul lavoro e gli immigrati, l’Organizzazione internazionale per lo sviluppo economico mostra i numeri, e i difetti, delle nostre politiche rivolte ai migranti. Con un monito: o si cambia verso o la situazione continuerà a peggiorare. Perché una cosa è certa: il loro lavoro è necessario. E oggi, continuamente sfruttato. Sono le parole che introducono un bel servizio di Francesca Sironi sull’Espresso.it, con il titolo “Immigrati, sei miti da sfatare. L’Ocse striglia l’Italia sull’integrazione”

Il giorno dopo



Giovani, bravi e coraggiosi: italiani in fuga verso l’Inghilterra

by Redazione

Questo interessante articolo di Massimo Livi Bacci, docente di demografia, alla Facoltà di Scienze politiche dell’università di Firenze è stato pubblicato il 18 giugno dal sito “Neodemos.it- popolazione, società e politiche.” Con il titolo “Italiani verso la Gran Bretagna”.

 

Nello scorso mese di Gennaio, l’Istat ha reso noti i dati sui trasferimenti di residenza (dall’estero e per l’estero)



Immigrazione: il lavoro è stato l’unico vero fattore di integrazione. Ma ora?

by Redazione

Dal sito Corriere delle immigrazioni pubblichiamo questa intervista a Ferruccio Pastore, vice direttore del Cespi (Centro Studi di Politica Internazionale) realizzata da Stefano Galieni e pubblicata il 30 maggio 2014 con il titolo “Gli stranieri e il lavoro che non c’è”

 

Pastore si occupa da almeno due decenni di immigrazione,



Lavoro: stranieri ed italiani in fuga?

by Redazione

Italiani e stranieri lasciano numerosi l’Italia: in quattro anni se ne sono andati 325 mila giovani italiani, mentre gli arrivi di stranieri regolari è sceso quasi a zero. Anche con una comparazione a livello europeo ecc un interessante analisi di numeri, fatti e tendenze che fanno riflettere, a cura del vice presidente di Nessun Luogo è Lontano
di Beppe Casucci

In 5 anni il tasso di occupazione degli stranieri è sceso…



Dal 6 aprile anche gli stranieri potranno essere assunti come autisti: un altro passo verso l’Europa

by Redazione

In palese contrasto con la giurisprudenza europea, da noi finora i cittadini di paesi non comunitari non potevano svolgere tutta una serie di lavori in aziende private o della pubblica amministrazione, in conformità alle disposizioni di un Regio decreto dell’epoca fascista. Dal 6 aprile, grazie al decreto 40/2014 che recepisce una direttiva europea di tre anni fa…



Dal 6 aprile anche gli stranieri potranno essere assunti come autisti: un altro passo verso l’Europa

by Redazione

In palese contrasto con la giurisprudenza europea, da noi finora i cittadini di paesi non comunitari non potevano svolgere tutta una serie di lavori in aziende private o della pubblica amministrazione, in conformità alle disposizioni di un Regio decreto dell’epoca fascista. Dal 6 aprile, grazie al decreto 40/2014 che recepisce una direttiva europea di tre anni fa…



Quelli che … pagano e forse un giorno vedranno la pensione.

by Redazione

C’è uno squilibrio evidente tra contributi versati dai lavoratori immigrati e le pensioni che ricevono. Io dicono i numeri che si possono leggere sul VII Rapporto European Migration Network: “Immigrazione e sicurezza sociale, il caso italiano”, a cura del Centro Studi e Ricerche Idos. Ad oggi solo lo 0,2% di chi riceve una pensione previdenziale è extracomunitario.

I lavoratori immigrati – insomma…



Ecco perché le rimesse degli immigrati sono un beneficio per tutti

by Redazione

“L’anno scorso, gli immigrati provenienti dai paesi in via di sviluppo hanno inviato circa 414 miliardi dollari alle loro famiglie – il triplo del totale dell’aiuto pubblico allo sviluppo mondiale. Più di un miliardo di persone fanno affidamento su tali fondi per aiutare a pagare i costi dell’istruzione, l’assistenza sanitaria, l’acqua ed i servizi igienico-sanitari. Come se non bastasse, le rimesse comportano importanti vantaggi macroeconomici, mettendo in grado i propri paesi di pagare le importazioni essenziali, accedere ai mercati dei capitali privati, e beneficiare di bassi tassi di interesse sul debito sovrano. Ma molti dei benefici delle migrazioni vanno sprecati.”. L’interessante articolo dal titolo “Migrazioni “on the move”, di Peter Sutherland and William Lacy Swing, apparso sul sito http://www.project-syndicate.org

LONDON, 20 marzo 2014 – Nell’anno 2000 le Nazioni Unite stabilirono gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio…



Cerca

Archivi